Amiche Scrappers

martedì 5 maggio 2015

Tutorial: ombre e luci

Ciao Scrappers!!!
Oggi cercherò di spiegare come studiare un disegno in modo da individuare le parti scure e colorare dando un po' di tridimensionalità al disegno. Premetto, io ho studiato un po' di grafica, ma non sono un'insegnante, per cui vi illustrerò solo come io lavoro.

Per questo tutorial ho deciso di utilizzare una matita, la classica 2b che generalmente tutti acquistiamo in cartoleria.

Prendiamo il nostro disegno. Io ho usato una Tilda.
 Immaginiamo di avere una fonte di luce posizionata in una parte del foglio. Io ho disegnato una lampadina. 
Generalmente la luce di una lampadina si diffonde a forma di cono, allargandosi e attenuandosi man mano che ci si allontana dalla fonte di luce. 
Tracciamo quindi le due linee che delimitano il cono di luce.
 Le parti esterne al fascio di luce sono le parti all'ombra pertanto le coloriamo con la matita.
In questa fase è consigliabile rimanere leggeri con il tratto in modo da poter aggiungere colore o cancellare l'eccesso in caso di necessità.
 Adesso all'interno del cono bisogna immaginare quali sono le componenti che bloccano il fascio di luce. 
Coloriamo quindi le parti che in modo più evidente rispetto ad altre devono essere scurite.
 Adesso aggiungiamo le ombre più tenui adiacenti a quelle appena tracciate.
Ad esempio i capelli lasciano una leggera ombra sul viso, le zampine dell'agnellino lasciano un'ombra sulla gamba e quest'ultima ne lascia una sulla zampina dell'agnellino.
Poi scuriamo leggermente i bordi del viso per dare più profondità alla faccina.
Scuriamo ulteriormente le parti che devono dare ancora più profondità, ad esempio la linea che divide la frangetta dalla fronte, il ciuffo e la guanciotta dell'agnellino, il confine tra i capelli e il cappello, le ombre piccole sotto i petali e le foglie dei fiori.
Evidenziamo le ombre dei riccioli dei capelli.
Aggiungiamo altre ombre sotto le braccia, sulle scarpe per evidenziare le parti più buie.
 Eliminiamo l'eccesso di colore dalla parte esterna della mano che dovrebbe essere colpita da una luce lieve. La gambina è piegata quindi pure la punta del ginocchio è più esposta alla luce ripetto il resto, deve essere schiarita.
Togliamo le righe del cono, sfumiamo un po' il colore e aggiustiamo i tratti che non ci convincono ed il lavoro è finito.



Con il tempo e la pratica non sarà più necessario disegnare le linee della luce e tanti passi potranno essere saltati perchè verrano spontaneamente.
C'è anche da considerare che fonti di luce diverse creano luci, ombre e sfumature diverse. 
Questo è uno studio lungo, non bastano poche colorazioni per prendere la mano.

Spero di essere stata sufficientemente chiara nella spiegazione e che questo tutorial possa esservi d'aiuto.

Buon divertimento :)

4 commenti:

  1. Sono sempre alla ricerca di spiegazioni e di tutorial sulla colorazione e il tuo mi sembra ben fatto ed esauriente! Proverò anch'io...
    Grazie per averlo condiviso!!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  2. Grazie a te :) e mi raccomando... fammi vedere i risultati :D

    RispondiElimina
  3. Grazie per il tuo tutorial... Proverò!

    RispondiElimina